Auto intelligenti. Le perplessità del Garante

Con la newsletter periodica del 30.10.2017, il Garante per la protezione dei dati personali auspica una regolamentazione europea per il progetto C-ITS dell’Unione Europea, che si prefigge lo scopo di rendere più sicure le strade attraverso lo scambio di informazioni tra autovetture e postazioni fisse, per la rilevazione e segnalazione di pericoli, incidenti, traffico congestionato, ecc.. Ritiene l’Autorità che tale massa di dati in transito possa comportare rischi specifici per la riservatezza degli interessati, che potrebbero essere profilati per stile di guida, percorsi frequenti, abitudini e attività quotidiane, con evidenti ripercussioni sulla vita di relazione, stante l’interesse che tale mole di dati potrebbe avere per società di marketing, assicurazioni ed altre realtà commerciali. Leggi tutto